in collaborazione con 3omega3.it e promuoveresalute.it

48Sheet

 


Sopra Image: I bambini si blocca con collage

The Space 48Sheet alla casella postale è stato riempito con una raffica di riviste scoppiato, giornali e libri antichi il Sabato come artista 48Sheet Elizabeth Rowe ha ospitato una delle sue favolose feste collage. Per i suoni di un dj set dall’artista stessa, i bambini e gli adulti di tutte le età sono stati occupati strappo, incollaggio e taglio per creare tutti i maniero di immagini collaged che sono stati poi esposti intorno alle pareti dello spazio. Ogni superficie era coperta di pezzi di carta, che era un’esplosione di ispirazione per artisti in erba e-collage phobes simili.


Uno sciame di ciclisti discese su centro di Birmingham il Sabato armati di arte libera. Papergirl Kate Grundy ha trascorso settimane raccogliendo il lavoro da artisti in erba, mettendo in mostra nello spazio 48sheet alla casella postale, e, infine, a rotazione fino in pacchi deliziose per essere distribuito ai passanti.

Bike su moto potrebbe essere visto presso la casella postale, con un intero team di volontari di svolta fino a contribuire a distribuire l’arte. Il progetto è appena esploso in tutta Birmingham, e Papergirl desidera ringraziare tutti coloro che hanno contribuito opere d’arte e coloro che hanno contribuito a distribuire il Sabato.

Lawrence Roper

 

LOG ROPER. 48SHEET BILLBOARD INSTALLATION. FAZELEY STREET, BIRMINGHAM. 2nd APRIL 2012 by Gary Wood.

Log’s thoughts on his amazing billboard:

My submission was to be a hand drawn and hand made billboard inspired by Digbeth, the area I work in at the Custard Factory. Once the industrial heart of the city, now creative quarter and long established home of Birmingham’s Irish community. My board is basically a portrait of a local hero, Lord Rowton, a Victorian philanthropist responsible for the Rowton Houses, decent affordable accommodation for poor workers (in Digbeths case often Irish migrant workers) and down and outs. I constructed the piece on old ply hand drawn signs, inspired by the old industrial buildings, factories and workshops of the area, some still with old hand painted logos and adverts. Each “sign” is made up from snippets of quotes, dates and plans of the original Rowton House, now the Paragon Hotel’.

The Quotes are from George Orwell who wrote extensively on the hard times of the poor and destitute and mentions a Rowton house in London in his book down and out in Paris and London.
LOG ROPER. INSTALLAZIONE 48SHEET BILLBOARD. Fazeley Street, Birmingham. 2 aprile 2012 da Gary Wood.

pensieri di registro sul suo straordinario cartellone:

La mia presentazione doveva essere disegnato una mano e fatto a mano cartellone ispirato da Digbeth, l’area io lavoro in presso la Custard Factory. Una volta che il cuore industriale della città, ora quarto creativo e da tempo stabilito sede della comunità irlandese di Birmingham. Il mio consiglio è fondamentalmente un ritratto di un eroe locale, Lord Rowton, un filantropo vittoriano, responsabile per le Case Rowton, alloggi a prezzi accessibili dignitoso per i lavoratori poveri (nel caso in cui Digbeths spesso i lavoratori migranti irlandesi) e verso il basso e out. Ho costruito il pezzo su vecchi strati mano segni tracciati, ispirato ai vecchi edifici industriali, fabbriche e officine della zona, alcuni ancora con i vecchi dipinti a mano loghi e pubblicità. Ogni “segno” è costituito da frammenti di citazioni, date e piani dell’originale Rowton casa, ora il Paragon Hotel ‘.

Le virgolette sono da George Orwell che ha scritto ampiamente sui tempi duri dei poveri e indigenti e parla di una casa Rowton a Londra nel suo libro giù e fuori a Parigi e Londra.

“Serenity è impossibile ad un uomo povero in un paese freddo”

“Come è dolce l’aria fa odore – anche l’aria di un back-strada in periferia – dopo la chiusura in, puzza subfaecal del picco”

‘Se non hai soldi, gli uomini non si cura per voi, le donne non ti amerà; sarà non, vale a dire, la cura per te o ti amo l’ultimo po ‘che conta “.

Infine, la grande mano disegnato ritratto di un uomo se stesso, ha aggiunto sopra la parte superiore dei segni, un paio di penne Posca, un blister, vernice e un braccio dolorante e lui è finito!

Dov’è cuore pulsante della città?

Michael Clulee’s own design mocsasins

 

 

A piedi e cercando (parte uno dei tre)
Una rapida indicazioni su ciò che accade quando si cammina e guardando sono fatti atti politici …

Birmingham è una città di due milioni. E ‘un luogo dove artisti locali e regionali si siedono accanto a grande pubblicità aziendale – e che stanno in lizza per la vostra attenzione! E ‘una città di impresa artistica e alle tradizioni sociali tenuti insieme da un centro commerciale pedonale. La filosofia di backup 48Sheet – un progetto di arte pubblica tentacolare – consiste nel mettere in scena passeggiate e piste ciclabili intorno alla città. Il punto è quello di rendere un collage mente-eye della città. Questo tipo di attività civico ricorda le pratiche nomadi fertili del Fluxus città-happening degli anni ’70. Allora, gli artisti hanno portato alla luce le dichiarazioni poetiche dalla spartizione edifici fatiscenti, e ci siamo imbattuti in momenti gioiosi ottenendo il pubblico a partecipare con le loro performance musicale-ritmici.

Questo tipo di evento ha aperto la strada rinnovato impegno sia per l’artista e il pubblico con quello che era già lì nelle loro città. Quest’anno, 48Sheet reimagines un fluxus-happening, questa volta per le strade di Birmingham. L’invito è per il pubblico e che è stato chiesto di ‘incontro’ arte in uno spazio pubblico ‘. E ‘un’occasione per riattivare con la poesia e la gioia della città. Il progetto combina gesti sgargianti d’arte con le attività umane-ized di camminare e guardare.

Walking prevede la possibilità di riattivare con parti della città una volta dimenticati e guardando diventa un atto di impegno critico. Mettere l’arte in uno spazio pubblicitario può farci ancora una volta critica dello spazio cartellone pubblicitario; ma anche non dimenticare di guardare il paesaggio urbano intorno a questi siti. Utilizzando l’arte in questo modo 48Sheet incoraggia gli inserzionisti di vedere noi come più di un semplice fantoccio-consumatori-spettatori con un dollaro in tasca posteriore.

Abbiamo sentimenti e desideri al di là di questo. E camminando e guardando ci avvicina a esplorare questi sentimenti. Il progetto offre un modo per noi di modificare le nostre convinzioni su come vogliamo coinvolgere nella nostra città. Jane Wernick dell’organizzazione campagna Futures Imprese dice che i migliori progetti di convincere la gente ‘di sorridere, fermi e riflettere, per generare la memoria. Per sviluppare una reazione. O semplicemente vedere anew un luogo che ha abbandonato la nostra visione ‘. A piedi, o meglio ancora, chiedendo in giro e cercando sono attività significative che ci aiutano a fare questo.

 

 

E come parte di persone di confine della serie 48sheet,
mi permetta di introdurre Michael Clulee –

48Sheet persona confine: Michael Clulee (studente e artista)

I piedi di Michael Clulee appaiono nell’immagine in cima al palo. 48Sheet è in parte di arte e anche convincere la gente a quota più liberi di vagare attraverso le zone della città raramente incontrato. Ieri studente Michael Clulee spuntato nello spazio di progetto 48Sheet ieri. Per me, l’attività di essere scrittore-in-residence di 48Sheet significa trovare bei modi per raccontare la storia di 48Sheet oltre i confini del progetto. Credo che questa immagine dice tanto di approccio di Michael per le sue opere. Si può avere un’idea del suo interesse per immaginario cosmico sul suo sito web.

La storia di Michael relative al 48Sheet. E ‘uno studente di college a Solihull, dove ho lavorato insegnando grafica molti anni prima di passare a prendere un posto di insegnante a Londra. Michael mi ha detto che per poco non ha presentato il lavoro di questa edizione di 48Sheet. Eppure non ha avuto tempo e aveva invece dedicato la sua concentrazione a fare il suo show del college di fine anno.

L’immagine qui sotto mostra Michael Clulee come una mostra a piedi pin-distintivo one-man:

Michael è stato vestito con una camicia a quadri che porta una serie altamente visibile di badge sul cinturino della sua borsa passeggero

in collaborazione con 3omega3.it e promuoveresalute.it